Gennaro Porcelli
NENNÈ

(Gennaro Porcelli)


Bambina, bambina, ogni ruga mi parla di te
Bambina, bambina, i tuoi occhi sono pieni di Perché
Sei nata durante una guerra ed hai cresciuto otto figli
ed ora ti senti sola e non sai perché
Bambina, bambina, il tuo cuore batte sempre forte,
bambina, bambina, la paura lasciala fuori la porta
come quando eri bambina piena di sogni e fantasie,
col vestito nuovo che avevi sempre sognato.

E corri bambina , non ti fermare,
e corri bambina , continua a giocare,
non pensarci, continua a sognare tra le braccia della tua mamma.

Ed ora, ed ora, che ti senti sola e abbandonata,
ed ora, ed ora nelle braccia del Signore trovi una speranza,
stringi forte questa mano in questa fredda stanza,
cercando il calore che riscalda il tuo cuore.

E corri bambina , non ti fermare,
e corri bambina , continua a giocare,
non pensarci, continua a sognare tra le braccia della tua mamma.

Gennaro Porcelli

Regione: Campania

Città: Napoli

 

Testo di introduzione al brano:

Il valore della vita lo si capisce anche guardando una persona anziana sola in un letto d’ospedale, smarrita ed impaurita che si chiede: perché…

 

Musicisti:

Gennaro Porcelli: voce e chitarre
Maura De Santis: batteria